HOUSE OF SADDAM

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Jon Bauer

  • Molto poco italiano
  • 4488
  • Sesso: Maschio
  • 5 strings, 3 chords, 2 fingers, 1 asshole...
HOUSE OF SADDAM
« il: Domenica 03 Agosto 2008 11:33 11 »
La caduta di una dinastia...



"Un mostro crudele, ma anche una sorta di eroe tragico".

Una coproduzione della BBC2 e della HBO, House of Saddam racconta la storia di uno dei dittatori più tristemente famosi ed odiati del secolo scorso.

Acclamata dalla critica, la miniserie in 4 episodi descrive i ventiquattro anni in cui il rais fu al potere, dalla sua ascesa nel 1979 fino al giorno in cui le forze Usa lo catturarono nel suo nascondiglio sotterraneo.

Una full immersion nell'universo del rais per rendere la complessità di un uomo che racchiudeva in sé diverse identità: tiranno sanguinario e machiavellico cospiratore, amorevole padre di famiglia e Leader che voleva il meglio per il suo Paese, ma anche sovrano paranoico che faticava a fidarsi di chiunque, persino all'interno del suo entourage.
« Ultima modifica: Domenica 28 Dicembre 2014 22:24 22 da MalkaviaN »


Ain't life grand?

Re: HOUSE OF SADDAM
« Risposta #1 il: Lunedì 04 Agosto 2008 18:29 18 »
complimenti a voi che vi siete sobbarcati la traduzione di quest'ottimo telefilm, e in tempi rapidissimi. per ora ho solo visto i primi 30 minuti dell'episodio che (ma mi sembra quasi scontato dirlo) è di altissima qualità, e che ci mostra con assoluta precisione (credo, e spero, avendo solo studiato sui libri quel periodo e non avendolo "vissuto" in diretta) il prepararsi della guerra Iran - Iraq e la salita al potere di Saddam.

mi viene da osservare che quelli della HBO siano un pelo fissati con il conflitto del 2003 e con il personaggio di Saddam: prima Generation Kill, ora questo...

Offline derma

  • 2718
  • D.enominazione I.ntellettualmente O.riginale
    • derma
Re: HOUSE OF SADDAM
« Risposta #2 il: Lunedì 04 Agosto 2008 19:21 19 »
complimenti a voi che vi siete sobbarcati la traduzione di quest'ottimo telefilm, e in tempi rapidissimi. per ora ho solo visto i primi 30 minuti dell'episodio che (ma mi sembra quasi scontato dirlo) è di altissima qualità, e che ci mostra con assoluta precisione (credo, e spero, avendo solo studiato sui libri quel periodo e non avendolo "vissuto" in diretta) il prepararsi della guerra Iran - Iraq e la salita al potere di Saddam.

mi viene da osservare che quelli della HBO siano un pelo fissati con il conflitto del 2003 e con il personaggio di Saddam: prima Generation Kill, ora questo...



O una o l'altra...

o è una ricostruzione "assolutamente precisa" (e tu hai come "assicurarlo")... oppure lo credi e lo speri...

mi pare lapalissiana come cosa.







The Saddam's Family



Btw... non capisco (e se qualcuno me lo spiega, sarebbe almeno gradito lo sforzo) che bisogno ci sia di fare una serie televisiva che narri (e non importa se comicamente, tragicamente, ironicamente o in altro modo)) le "gesta" (pubbliche e private) di un uomo potente che è stato sconfitto. Davvero non lo capisco.

Se egli rappresenta "il male", allora questa, fedele o infedele che sia, sarebbe una "rappresentazione del male"... con tutto ciò che questo comporta. Oppure egli rappresenta "il bene"?!


Saddam Hussein non vale la sua storia... è stato "creato" dagl'interessi "occidentali"... e lui ne ha approfittato... di uomini così ce ne sono stati, nel passato recente e in quello remoto, a bizzeffe... perché scegliere proprio lui?! Perché è l'ultimo in ordine di tempo?! Perché è la icona della "vittoria americana"?! Perché invece rappresenta la sconfitta della politica "occidentale", dunque è in realtà una auto-accusa?! Mah! L'unica cosa certa è che 'sta serie sembra promettere quello che qualunque altra serie promette... "entertainment"... e lo slow-motion della goccia del suo liquefando vestito bianco nella pozza scarlatta del sangue invisibile versato lo "(di)mostra"... "effetto speciale" di un servizio speciale per un evento speciale di un inviato speciale... se questa è la "filosofia" che anima 'sta serie, allora si tratta di mero giornalismo.



Offline Jon Bauer

  • Molto poco italiano
  • 4488
  • Sesso: Maschio
  • 5 strings, 3 chords, 2 fingers, 1 asshole...
Re: HOUSE OF SADDAM
« Risposta #3 il: Lunedì 04 Agosto 2008 20:01 20 »
Btw... non capisco (e se qualcuno me lo spiega, sarebbe almeno gradito lo sforzo) che bisogno ci sia di fare una serie televisiva che narri (e non importa se comicamente, tragicamente, ironicamente o in altro modo)) le "gesta" (pubbliche e private) di un uomo potente che è stato sconfitto. Davvero non lo capisco.

Se egli rappresenta "il male", allora questa, fedele o infedele che sia, sarebbe una "rappresentazione del male"... con tutto ciò che questo comporta. Oppure egli rappresenta "il bene"?!

Ci provo io a spiegartelo.

Che la serie sia stata creata per intrattenere mi pare ovvio. Ogni serie ha questo scopo. Nessun network del mondo decide di fare una serie con lo scopo di far cambiare canale.
Il bisogno di fare una serie su Saddam non c'era, come non c'è mai stato il bisogno di fare nessuna serie. Come ho appena scritto, si fa per intrattenere, si può fare su qualunque cosa anche se non c'è una necessità impellente, un bisogno.
Che il protagonista sia stato sconfitto non ha davvero importanza. Le serie non si fanno solo sui vincitori. Le serie si fanno su personaggi che interessano alla gente.
Che si potesse fare anche su altri personaggi è vero, ma a questo punto diventa un circolo vizioso perché se si fosse fatta su un altro personaggio qualcuno avrebbe detto "e perché non su Saddam?".
Poi mi pare ovvio che una serie su Saddam fatta in questo momento è una scelta azzeccata. Visti gli ultimi sviluppi molte persone che non seguono la politica e non conoscono bene la storia si sono incuriosite leggendo e vedendo in tv Saddam Hussein. Penso che molti non hanno una chiara idea di cosa sia la Guerra del Golfo e nemmeno abbiano voglia di aprire un libro di storia per scoprirlo. Tuttavia, il sentir parlare di Saddam genera curiosità e voglia di sapere. Ecco allora che arriva la serie tv.

Sulla serie ancora non voglio esprimere giudizi definitivi, dato che è stato trasmesso solo il primo episodio. Però, almeno per ora, ti posso assicurare che non c'è nessuna volontà di dipingere Saddam come il male, né come il bene. Il ritratto di Saddam Hussein è il ritratto di un uomo e, come tale, è composto da mille sfaccettature.

Perché invece rappresenta la sconfitta della politica "occidentale", dunque è in realtà una auto-accusa?! Mah! L'unica cosa certa è che 'sta serie sembra promettere quello che qualunque altra serie promette... "entertainment"... e lo slow-motion della goccia del suo liquefando vestito bianco nella pozza scarlatta del sangue invisibile versato lo "(di)mostra"... "effetto speciale" di un servizio speciale per un evento speciale di un inviato speciale... se questa è la "filosofia" che anima 'sta serie, allora si tratta di mero giornalismo.

O una o l'altra...
Se dici che è intrattenimento (in maniera spregiativa) non puoi dire che è giornalismo. A meno che per te un blockbuster e un documentario non siano la stessa cosa.
« Ultima modifica: Lunedì 04 Agosto 2008 20:04 20 da Jon Bauer »


Ain't life grand?

Offline Jon Bauer

  • Molto poco italiano
  • 4488
  • Sesso: Maschio
  • 5 strings, 3 chords, 2 fingers, 1 asshole...
Re: HOUSE OF SADDAM
« Risposta #4 il: Venerdì 08 Agosto 2008 09:07 09 »
Online il secondo episodio...


Ain't life grand?

Offline Jon Bauer

  • Molto poco italiano
  • 4488
  • Sesso: Maschio
  • 5 strings, 3 chords, 2 fingers, 1 asshole...
Re: HOUSE OF SADDAM
« Risposta #5 il: Domenica 17 Agosto 2008 11:02 11 »
sottotitoli del terzo episodio online ;)


Ain't life grand?

Offline Signorina Bennet

  • 409
  • Sesso: Femmina
Re: HOUSE OF SADDAM
« Risposta #6 il: Giovedì 21 Agosto 2008 15:45 15 »
Anche a me questa miniserie ha destato curiosità ed ora voglio continuare a vederla. Credo che sia utile anche per capire meglio chi era Saddam sotto tutti i punti di vista.
A me è utile visto che non ho seguito bene tutta la vicenda della guerra Iran-Iraq anche perchè sono ancora "piccoletta" e visto che dovrò studiare anche questo personaggio almeno sarò più preparata e potrò analizzarlo meglio.

Offline Jon Bauer

  • Molto poco italiano
  • 4488
  • Sesso: Maschio
  • 5 strings, 3 chords, 2 fingers, 1 asshole...
Re: HOUSE OF SADDAM
« Risposta #7 il: Giovedì 21 Agosto 2008 21:51 21 »
Online i sottotitoli dell'ultimo episodio!

 :14


Ain't life grand?