Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline blues12

  • 1767
  • Sesso: Maschio
  • Life is better with an irish setter
Re:Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!
« Risposta #15 il: Giovedì 27 Settembre 2018 12:21 12 »
Subsfactory era morto già da parecchio tempo, ormai facevate solo sub per miniserie inglesi che non si inculava nessuno.
Certo è, dato che a differenza dell'altro sito voi non avete avuto problemi legali ma avete chiuso solo perché vi siete cagati in mano, potevate dare un piccolo preavviso in modo da dare agli utenti il tempo di scaricare i sottotitoli per qualche serie lasciata in arretrato.

 avete appena letto un classico messaggio che spiega senza dubbio alcuno come l'italia sia diventata un paese di merda. Purtoppo con persone a cui è permesso votare.

Ti soprenderà ma alle elezioni ho votato PD ;)

Era assolutamente scontato.

«I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli».  U. Eco
«Imparare è un’esperienza. Tutto il resto è solo informazione.» - Albert Einstein

"La vita può essere capita solo all'indietro, ma va vissuta solo in avanti" - S. Kierkegaard

Offline LordThul

  • Admin pensionato ora...
  • *
  • 9371
  • Sesso: Maschio
  • /me vede la gente scema...
    • subsfactory
Re:Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!
« Risposta #16 il: Giovedì 27 Settembre 2018 13:34 13 »
Chiariamo un paio di cose. Se si parla di "problemi legali", questi coinvolgono necessariamente una o più persone fisiche, non entità astratte. Il primo consiglio che viene dato da un legale di fronte a qualunque tipologia di azione, a partire da una diffida, passando per una querela e finendo con un procedimento è quella della massima riservatezza, per evitare conseguenze ulteriori, che possono esserci. La riservatezza oltre che consigliata, poi, in particolari casi può essere "imposta". Quindi, reputo estremamente improbabile che chiunque possa sbandierare pubblicamente cose che potrebbero andare contro di lui. Appare quindi evidente il perchè difficilmente si troverà una risposta alla domanda "ma cosa vi hanno fatto, che è successo, ecc ecc.". Per cui devono bastare quelle poche info che vengono fornite. Poi, scusate, capisco i mille consigli dati, ma, parlando ipoteticamente, secondo voi, un rappresentante di un sito chiuso (per motivi che solo lui conosce), puo' venirvi a dire "sì certo, faremo così, perché tanto qui non legge nessuno, salvo 50.000 persone e probabilmente quelli che han fatto indagini su di me, e posso dormire tranquillo" oppure "Grazie, ma abbiamo smesso" o in nome della riservatezza di cui sopra e per le identiche motivazioni preferisce evitare ogni commento?
Capisco che molti non siano informati su come funzionino certi meccanismi, per loro fortuna, ma basta usare un po' di raziocinio e comprendere che dietro le decisioni prese non c'è una espressa volontà di "fare il dispetto agli utenti, rompendo il giocattolino", ma ci sono situazioni ben più complesse del "cagarsi in mano" (cit.) e che giocoforza toccano la sfera personale altrui.
E quando accade ciò, tutto il resto passa in secondo piano.
So aspettare. Ed è lì che divento realmente e civilmente pericoloso.

Offline Thirrin

  • 728
  • Sesso: Femmina
  • The hardest thing in this world is to live in it..
Re:Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!
« Risposta #17 il: Giovedì 27 Settembre 2018 17:07 17 »
Dispiace tantissimo.
Grazie di tutto il lavoro gratuito.
Gente che si lamenta di subs non rilasciati, di lotte non perseguite, non capiscono cosa vuol dire lavorare per dare un servizio gratuito e venire pure bastonati se non è perfetto.

Offline blues12

  • 1767
  • Sesso: Maschio
  • Life is better with an irish setter
Re:Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!
« Risposta #18 il: Venerdì 28 Settembre 2018 08:44 08 »
Chiariamo un paio di cose. Se si parla di "problemi legali", questi coinvolgono necessariamente una o più persone fisiche, non entità astratte. Il primo consiglio che viene dato da un legale di fronte a qualunque tipologia di azione, a partire da una diffida, passando per una querela e finendo con un procedimento è quella della massima riservatezza, per evitare conseguenze ulteriori, che possono esserci. La riservatezza oltre che consigliata, poi, in particolari casi può essere "imposta". Quindi, reputo estremamente improbabile che chiunque possa sbandierare pubblicamente cose che potrebbero andare contro di lui. Appare quindi evidente il perchè difficilmente si troverà una risposta alla domanda "ma cosa vi hanno fatto, che è successo, ecc ecc.". Per cui devono bastare quelle poche info che vengono fornite. Poi, scusate, capisco i mille consigli dati, ma, parlando ipoteticamente, secondo voi, un rappresentante di un sito chiuso (per motivi che solo lui conosce), puo' venirvi a dire "sì certo, faremo così, perché tanto qui non legge nessuno, salvo 50.000 persone e probabilmente quelli che han fatto indagini su di me, e posso dormire tranquillo" oppure "Grazie, ma abbiamo smesso" o in nome della riservatezza di cui sopra e per le identiche motivazioni preferisce evitare ogni commento?
Capisco che molti non siano informati su come funzionino certi meccanismi, per loro fortuna, ma basta usare un po' di raziocinio e comprendere che dietro le decisioni prese non c'è una espressa volontà di "fare il dispetto agli utenti, rompendo il giocattolino", ma ci sono situazioni ben più complesse del "cagarsi in mano" (cit.) e che giocoforza toccano la sfera personale altrui.
E quando accade ciò, tutto il resto passa in secondo piano.


Ti ringrazio per la risposta: ora è tutto più chiaro.
Spero che questo problema venga superato, da una nuova legge o da una interpretazione di quella attuale, che consenta quindi di riprendere la vostra attività. Se così non fosse: buona vita a tutti voi. Avrete la nostra gratitudine, a prescindere dagli imbecilli di Eco.
«Imparare è un’esperienza. Tutto il resto è solo informazione.» - Albert Einstein

"La vita può essere capita solo all'indietro, ma va vissuta solo in avanti" - S. Kierkegaard

Offline amarhantus

  • 28
  • Sesso: Maschio
Re:Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!
« Risposta #19 il: Sabato 29 Settembre 2018 11:26 11 »
Chiariamo un paio di cose. Se si parla di "problemi legali", questi coinvolgono necessariamente una o più persone fisiche, non entità astratte. Il primo consiglio che viene dato da un legale di fronte a qualunque tipologia di azione, a partire da una diffida, passando per una querela e finendo con un procedimento è quella della massima riservatezza, per evitare conseguenze ulteriori, che possono esserci. La riservatezza oltre che consigliata, poi, in particolari casi può essere "imposta". Quindi, reputo estremamente improbabile che chiunque possa sbandierare pubblicamente cose che potrebbero andare contro di lui. Appare quindi evidente il perchè difficilmente si troverà una risposta alla domanda "ma cosa vi hanno fatto, che è successo, ecc ecc.". Per cui devono bastare quelle poche info che vengono fornite. Poi, scusate, capisco i mille consigli dati, ma, parlando ipoteticamente, secondo voi, un rappresentante di un sito chiuso (per motivi che solo lui conosce), puo' venirvi a dire "sì certo, faremo così, perché tanto qui non legge nessuno, salvo 50.000 persone e probabilmente quelli che han fatto indagini su di me, e posso dormire tranquillo" oppure "Grazie, ma abbiamo smesso" o in nome della riservatezza di cui sopra e per le identiche motivazioni preferisce evitare ogni commento?
Capisco che molti non siano informati su come funzionino certi meccanismi, per loro fortuna, ma basta usare un po' di raziocinio e comprendere che dietro le decisioni prese non c'è una espressa volontà di "fare il dispetto agli utenti, rompendo il giocattolino", ma ci sono situazioni ben più complesse del "cagarsi in mano" (cit.) e che giocoforza toccano la sfera personale altrui.
E quando accade ciò, tutto il resto passa in secondo piano.


Non hai capito nulla, Subsfactory non ha avuto alcun problema di tipo legale, quelli li ha avuti l'altro sito.
Subsfactory ha chiuso solo per paura.

Offline amarhantus

  • 28
  • Sesso: Maschio
Re:Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!
« Risposta #20 il: Sabato 29 Settembre 2018 11:28 11 »
Subsfactory era morto già da parecchio tempo, ormai facevate solo sub per miniserie inglesi che non si inculava nessuno.
Certo è, dato che a differenza dell'altro sito voi non avete avuto problemi legali ma avete chiuso solo perché vi siete cagati in mano, potevate dare un piccolo preavviso in modo da dare agli utenti il tempo di scaricare i sottotitoli per qualche serie lasciata in arretrato.

 avete appena letto un classico messaggio che spiega senza dubbio alcuno come l'italia sia diventata un paese di merda. Purtoppo con persone a cui è permesso votare.

Ti soprenderà ma alle elezioni ho votato PD ;)

Era assolutamente scontato.

«I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli».  U. Eco


Ogni volta che un grande scrittore come Eco viene ricordato per questa frase stupida ed elitista mi piange il cuore

Offline Licia

  • 2324
  • Sesso: Femmina
Re:Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!
« Risposta #21 il: Sabato 29 Settembre 2018 12:55 12 »
parafrasando qualcuno meno "grande" di Eco si potrebbe rispondere: ti piange il cuore perchè è la verità.
Comunque tranquilli. Qui di premi Nobel non ce ne sono. Però anche chi crede di possedere la ragione più sacrosanta dovrebbe ricordare di avere rispetto.
E se anche fosse che qualcuno qui abbia avuto paura di finire in guai seri ricordiamoci che la paura è un sentimento spesso sano e che ci permette di sopravvivere. solo i già citati imbecilli, dopo il solito bicchiere di vino, giurano di non sapere cosa sia. soprattutto quando a rischiare sono gli altri.
"se tu mi addomestichi, noi avremo bisogno uno dell'altro. Tu sarai per me unico al mondo, e io sarò per te unica al mondo.
Spoiler

Offline ellesse1983

  • 72
  • Sesso: Maschio
Re:Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!
« Risposta #22 il: Sabato 29 Settembre 2018 13:10 13 »
Citazione
Subsfactory era morto già da parecchio tempo, ormai facevate solo sub per miniserie inglesi che non si inculava nessuno.

Io sono uno di quelli che si "inculava" le miniserie british che nessun altro traduce(va).

Se proprio dobbiamo sindacare sulle serie da tradurre oppure no, preferisco un sito che traduca qualcosa di diverso piuttosto che quelle solite 4 o 5 serie americane del momento che posso (potevo) reperire anche altrove, spesso anche in maniera del tutto legale (su Netlfix & co.).
Subsfacotory, per esempio, ha avuto il merito di tradurre la Casa de Papel prima che divenisse un fenomeno mondiale, proprio perché sceglieva serie apparentemente "di nicchia".

Citazione
Non hai capito nulla, Subsfactory non ha avuto alcun problema di tipo legale, quelli li ha avuti l'altro sito.
Subsfactory ha chiuso solo per paura.

Forse non è chiaro, ma hanno chiuso praticamente tutti o quasi i siti di subber, perfino quelli che si limitavano a linkare i sottotitoli pubblicati su subscene o addic7ed. Solo per paura? Probabilmente. Ma che dovevano fare? Sfidare il sistema solo perché così tu potevi vederti la nuova puntata della tua serie preferita del cavolo? Tutti eroi col culo degli altri...

Offline LordThul

  • Admin pensionato ora...
  • *
  • 9371
  • Sesso: Maschio
  • /me vede la gente scema...
    • subsfactory
Re:Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!
« Risposta #23 il: Sabato 29 Settembre 2018 15:50 15 »
Chiariamo un paio di cose. Se si parla di "problemi legali", questi coinvolgono necessariamente una o più persone fisiche, non entità astratte. Il primo consiglio che viene dato da un legale di fronte a qualunque tipologia di azione, a partire da una diffida, passando per una querela e finendo con un procedimento è quella della massima riservatezza, per evitare conseguenze ulteriori, che possono esserci. La riservatezza oltre che consigliata, poi, in particolari casi può essere "imposta". Quindi, reputo estremamente improbabile che chiunque possa sbandierare pubblicamente cose che potrebbero andare contro di lui. Appare quindi evidente il perchè difficilmente si troverà una risposta alla domanda "ma cosa vi hanno fatto, che è successo, ecc ecc.". Per cui devono bastare quelle poche info che vengono fornite. Poi, scusate, capisco i mille consigli dati, ma, parlando ipoteticamente, secondo voi, un rappresentante di un sito chiuso (per motivi che solo lui conosce), puo' venirvi a dire "sì certo, faremo così, perché tanto qui non legge nessuno, salvo 50.000 persone e probabilmente quelli che han fatto indagini su di me, e posso dormire tranquillo" oppure "Grazie, ma abbiamo smesso" o in nome della riservatezza di cui sopra e per le identiche motivazioni preferisce evitare ogni commento?
Capisco che molti non siano informati su come funzionino certi meccanismi, per loro fortuna, ma basta usare un po' di raziocinio e comprendere che dietro le decisioni prese non c'è una espressa volontà di "fare il dispetto agli utenti, rompendo il giocattolino", ma ci sono situazioni ben più complesse del "cagarsi in mano" (cit.) e che giocoforza toccano la sfera personale altrui.
E quando accade ciò, tutto il resto passa in secondo piano.


Non hai capito nulla, Subsfactory non ha avuto alcun problema di tipo legale, quelli li ha avuti l'altro sito.
Subsfactory ha chiuso solo per paura.

Prima di insistere col la tua presunzione e a continuare a scrivere falsità, ti specifico che io non solo ho capito tutto, ma SO tutto, conoscendo i dettagli specifici della vicenda. E come ex admin di questo sito, e per la professione che svolgo, ho avuto la possibilità di valutare i dettagli ed i presupposti (sui quali non intendo minimamente fornire alcuna informazione) che hanno portato alla decisione di cessare, per questo sito, la produzione di sottotitoli.
A questo punto, la tua affermazione reiterata che subsfactory  si è cagato in mano non è più un'opinione ma una illazione fine a se stessa, irrispettosa e che reca nocumento all'immagine di questo sito. In altre parole stai solo diffondendo "fake news" per motivi che non mi interessano.
Se consideriamo anche il poco velato astio nei confronti dei sito, la cui produzione di sub hai scientemente ridotto alle miniserie inglesi che non si inculava nessuno  (e qui abbiamo una doppia "fake news"), il cerchio si chiude.
Pertanto, per quanto ho esposto in precedenza, ti invito formalmente a far cessare ogni turbativa nei confronti di questo sito ed a evitare la diffusione di false notizie. In difetto, si provvederà come da regolamento.
So aspettare. Ed è lì che divento realmente e civilmente pericoloso.

Re:Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!
« Risposta #24 il: Sabato 29 Settembre 2018 16:23 16 »
Posso solo dirvi GRAZIE per il lavoro che ci avete dedicato, un saluto a tutto lo staff e sappiate che il web non sarà più lo stesso senza di voi...

Offline amarhantus

  • 28
  • Sesso: Maschio
Re:Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!
« Risposta #25 il: Sabato 29 Settembre 2018 19:54 19 »
Chiariamo un paio di cose. Se si parla di "problemi legali", questi coinvolgono necessariamente una o più persone fisiche, non entità astratte. Il primo consiglio che viene dato da un legale di fronte a qualunque tipologia di azione, a partire da una diffida, passando per una querela e finendo con un procedimento è quella della massima riservatezza, per evitare conseguenze ulteriori, che possono esserci. La riservatezza oltre che consigliata, poi, in particolari casi può essere "imposta". Quindi, reputo estremamente improbabile che chiunque possa sbandierare pubblicamente cose che potrebbero andare contro di lui. Appare quindi evidente il perchè difficilmente si troverà una risposta alla domanda "ma cosa vi hanno fatto, che è successo, ecc ecc.". Per cui devono bastare quelle poche info che vengono fornite. Poi, scusate, capisco i mille consigli dati, ma, parlando ipoteticamente, secondo voi, un rappresentante di un sito chiuso (per motivi che solo lui conosce), puo' venirvi a dire "sì certo, faremo così, perché tanto qui non legge nessuno, salvo 50.000 persone e probabilmente quelli che han fatto indagini su di me, e posso dormire tranquillo" oppure "Grazie, ma abbiamo smesso" o in nome della riservatezza di cui sopra e per le identiche motivazioni preferisce evitare ogni commento?
Capisco che molti non siano informati su come funzionino certi meccanismi, per loro fortuna, ma basta usare un po' di raziocinio e comprendere che dietro le decisioni prese non c'è una espressa volontà di "fare il dispetto agli utenti, rompendo il giocattolino", ma ci sono situazioni ben più complesse del "cagarsi in mano" (cit.) e che giocoforza toccano la sfera personale altrui.
E quando accade ciò, tutto il resto passa in secondo piano.


Non hai capito nulla, Subsfactory non ha avuto alcun problema di tipo legale, quelli li ha avuti l'altro sito.
Subsfactory ha chiuso solo per paura.

Prima di insistere col la tua presunzione e a continuare a scrivere falsità, ti specifico che io non solo ho capito tutto, ma SO tutto, conoscendo i dettagli specifici della vicenda. E come ex admin di questo sito, e per la professione che svolgo, ho avuto la possibilità di valutare i dettagli ed i presupposti (sui quali non intendo minimamente fornire alcuna informazione) che hanno portato alla decisione di cessare, per questo sito, la produzione di sottotitoli.
A questo punto, la tua affermazione reiterata che subsfactory  si è cagato in mano non è più un'opinione ma una illazione fine a se stessa, irrispettosa e che reca nocumento all'immagine di questo sito. In altre parole stai solo diffondendo "fake news" per motivi che non mi interessano.
Se consideriamo anche il poco velato astio nei confronti dei sito, la cui produzione di sub hai scientemente ridotto alle miniserie inglesi che non si inculava nessuno  (e qui abbiamo una doppia "fake news"), il cerchio si chiude.
Pertanto, per quanto ho esposto in precedenza, ti invito formalmente a far cessare ogni turbativa nei confronti di questo sito ed a evitare la diffusione di false notizie. In difetto, si provvederà come da regolamento.


Se non fornisci prove ne dettagli le mie affermazioni sono vere quanto le tue.

In più ti dirò che col tuo invito mi ci pulisco il culo, sai quanto me ne fotte di essere bannato da un sito morto

Offline LordThul

  • Admin pensionato ora...
  • *
  • 9371
  • Sesso: Maschio
  • /me vede la gente scema...
    • subsfactory
Re:Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!
« Risposta #26 il: Sabato 29 Settembre 2018 20:53 20 »
Chiariamo un paio di cose. Se si parla di "problemi legali", questi coinvolgono necessariamente una o più persone fisiche, non entità astratte. Il primo consiglio che viene dato da un legale di fronte a qualunque tipologia di azione, a partire da una diffida, passando per una querela e finendo con un procedimento è quella della massima riservatezza, per evitare conseguenze ulteriori, che possono esserci. La riservatezza oltre che consigliata, poi, in particolari casi può essere "imposta". Quindi, reputo estremamente improbabile che chiunque possa sbandierare pubblicamente cose che potrebbero andare contro di lui. Appare quindi evidente il perchè difficilmente si troverà una risposta alla domanda "ma cosa vi hanno fatto, che è successo, ecc ecc.". Per cui devono bastare quelle poche info che vengono fornite. Poi, scusate, capisco i mille consigli dati, ma, parlando ipoteticamente, secondo voi, un rappresentante di un sito chiuso (per motivi che solo lui conosce), puo' venirvi a dire "sì certo, faremo così, perché tanto qui non legge nessuno, salvo 50.000 persone e probabilmente quelli che han fatto indagini su di me, e posso dormire tranquillo" oppure "Grazie, ma abbiamo smesso" o in nome della riservatezza di cui sopra e per le identiche motivazioni preferisce evitare ogni commento?
Capisco che molti non siano informati su come funzionino certi meccanismi, per loro fortuna, ma basta usare un po' di raziocinio e comprendere che dietro le decisioni prese non c'è una espressa volontà di "fare il dispetto agli utenti, rompendo il giocattolino", ma ci sono situazioni ben più complesse del "cagarsi in mano" (cit.) e che giocoforza toccano la sfera personale altrui.
E quando accade ciò, tutto il resto passa in secondo piano.


Non hai capito nulla, Subsfactory non ha avuto alcun problema di tipo legale, quelli li ha avuti l'altro sito.
Subsfactory ha chiuso solo per paura.

Prima di insistere col la tua presunzione e a continuare a scrivere falsità, ti specifico che io non solo ho capito tutto, ma SO tutto, conoscendo i dettagli specifici della vicenda. E come ex admin di questo sito, e per la professione che svolgo, ho avuto la possibilità di valutare i dettagli ed i presupposti (sui quali non intendo minimamente fornire alcuna informazione) che hanno portato alla decisione di cessare, per questo sito, la produzione di sottotitoli.
A questo punto, la tua affermazione reiterata che subsfactory  si è cagato in mano non è più un'opinione ma una illazione fine a se stessa, irrispettosa e che reca nocumento all'immagine di questo sito. In altre parole stai solo diffondendo "fake news" per motivi che non mi interessano.
Se consideriamo anche il poco velato astio nei confronti dei sito, la cui produzione di sub hai scientemente ridotto alle miniserie inglesi che non si inculava nessuno  (e qui abbiamo una doppia "fake news"), il cerchio si chiude.
Pertanto, per quanto ho esposto in precedenza, ti invito formalmente a far cessare ogni turbativa nei confronti di questo sito ed a evitare la diffusione di false notizie. In difetto, si provvederà come da regolamento.


Se non fornisci prove ne dettagli le mie affermazioni sono vere quanto le tue.

In più ti dirò che col tuo invito mi ci pulisco il culo, sai quanto me ne fotte di essere bannato da un sito morto

L'unica prova l'hai data tu. Di essere esattamente come ti sei proposto.
E quando l'arroganza ed il qualunquismo non trovano appigli o consenso si trasformano in volgare aggressività.
Addio per sempre, puoi andare a trollare su altri siti morti.
So aspettare. Ed è lì che divento realmente e civilmente pericoloso.

Offline Ninja

  • 104
  • Sesso: Maschio
  • « Everybody lies. »
Re:Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!
« Risposta #27 il: Domenica 30 Settembre 2018 12:45 12 »
Il parere di amarhantus è stato senz'altro espresso in modo "forte", ma l'accanimento mostratogli contro non vi rende ne migliori ne superiori.
Vedo ogni giorni in decine di siti cui sono iscritto gli admin ergersi a leoni da tastiera, sentendosi superiori per principio, per cosa poi? Perchè amministrate subfactory?
Mh, caspita.
Non degnate i nuovi utenti di risposta nemmeno se interpellati direttamente e qual'ora rispondeste infine, è SEMPRE in modo saccente e superiore.
La mia opinione conta come il due di bastoni quando briscola è denari, sicuramente, ma lasciatemi sottolineare un paio di cose:
Dovreste essere un po' più maturi, pazienti e soprattutto competenti, prima di amministrare un sito di questa portata, creare un confronto costruttivo con un utente è molto più difficile che bannarlo.
Siete così sicuri del vostro ruolo da non mettere in discussione nessuna delle vostre opinioni, ma la vita si prenderà gioco di voi con tale atteggiamento, statene certi :)
Chi vi "costringe" a chiudere, lo fa nello stesso modo fascista con il quale voi interpretate il "vostro" di admin.
Ci vedo molte analogie.
Mi viene sempre in mente un pezzo di Frankie I Energy in occasioni come queste: "Forti coi più deboli e zerbini coi potenti".

amarhantus, magari filtrare un po' il linguaggio non sarebbe stato male, ma condivido parte del tuo discorso, e sicuramente non stimo particolarmente chi si fa figo con frasi altisonanti, e nella vita reale con tutta probabilità non sa coniugare il verbo avere.

Tornando sul binario del discorso, dispiace davvero che chiudiate, sia voi, sia "i t a s a", avete davvero rivoluzionato il mondo delle serie tv e parlo con esperienza ventennale, prima di voi i leggendari "Okuto" e "Verzaverde" sottotitolavano e condividevano nei p2p, voi avete reso questo meccanismo performante e visibile.

Grazie, spero possiate trovare, tra tutte le soluzioni che CI SONO, quella che vi permetta di aggirare questa censura insensata.
Sono fin troppo consapevole che si vive in un'epoca in cui solo gli ottusi e gli stupidi sono presi sul serio, e io vivo nel terrore costante di non essere frainteso.
---------------------------------------------------------------------------------------------
x: You think I can fix myself?
y: I don't know.
x: 'Cause I'm the most screwed-up person in the world.
y: I know. I love you. I wish I didn't. But I can't help it.

Re:Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!
« Risposta #28 il: Domenica 30 Settembre 2018 17:24 17 »
Ho scritto poco o mai sul forum ma vi seguo quasi tutti i giorni da anni, grazie! spero che questo non fermi la vostra passione e riusciate comunque a nutrire questo hobby.

Offline robi

  • 16
  • Sesso: Maschio
Re:Subfactory è morto! Lunga vita a Subsfactory!!!
« Risposta #29 il: Domenica 30 Settembre 2018 18:43 18 »
Grazie infinite per il lavoro gratuito che avete svolto in tutti questi anni.
Uno di quelli che si "inculava" le serie british (anche se io avrei usato un altro linguaggio).