Principesse poeti denti da criceto chitarristi

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline diamantinom

  • 1902
  • Sesso: Maschio
Principesse poeti denti da criceto chitarristi
« il: Giovedì 20 Marzo 2014 02:14 02 »


Questa è una storia che merita di essere conosciuta.

Majnun e Layla : la storia araba di un amore contrastato. Siamo pressapoco nel 680.
Ho scritto storia araba ma si conoscono almeno 40 versioni dal persiano all’azero al turco all’indiano ,versioni anche diverse nello svolgimento dei fatti. Ma che sono impresse nella cultura e storia di molti popoli.

I due personaggi sono reali. E comunque la storia precedette quella di Giulietta e Romeo.
Qays ibn al-Mulawwah ibn Muzāhim è Majnun (che, tradotto, risulterebbe “il folle”), Layla bint Mahdi ibn Saʿd è semplicemente la principessa Layla (il cui nome deriverebbe dal termine ebraico notte).
Majnum fu un poeta almeno su questo si è tutti d’accordo. Majnum e Layla crebbero insieme , appartenevano alla stessa tribù e Majnum si innamorò follemente di Layla. Ma il padre di Lei rifiutò il matrimonio, per motivi di censo, credo. La zona era quasi al centro dell’arabia saudita, presso un oasi. C’era anche un laghetto, oggi in via d’estinzione. Oggi ,e da + di mille anni,  la cittadina si chiama Layla.
Tornando ai due sfigati, Layla fu data in sposa ad un altro e Majnum senza pace scrisse poesie girovagando come un pazzo nella zona.
Layla si trasferì in quello che oggi è territorio iracheno col marito, dove si ammalò e morì. Qays fu successivamente trovato morto nel deserto nel 688 vicino alla tomba di una donna sconosciuta. Aveva inciso tre versi poetici su una roccia vicino alla tomba.
La storia fu tradotta in inglese intorno al 1800 e pubblicata a Calcutta da D'Israeli, e poi la conoscenza si estese in tutta l’Inghilterra.

In India si crede invece che Layla e Majnu trovarono rifugio in un villaggio del Rajasthan prima di esalare l'ultimo respiro. Si dice che le 'tombe' di Layla e Majnu si trovino nel villaggio di Bijnore vicino Anupgarh nel distretto di Sriganganagar. Secondo una locale leggenda rurale, Layla e Majnu fuggirono e morirono qui. Centinaia di fidanzati e novelli sposi vengono qui da India e Pakistan, nonostante non ci siano strutture turistiche, per partecipare a due giorni di feste in giugno.

Vaghiamo un poco nel tempo.

1964
Patricia Boyd, aveva solo 19 anni, conobbe George Harrison durante le riprese del film A Hard Day's Night, per il quale era stata presa per fare da studentessa fan dei Beatles. All'epoca lei era semi-fidanzata, Una delle prime cose che George disse a Patricia fu «ti sposeresti con me?», frase che i Beatles all'epoca dicevano ad ogni bella ragazza; Pattie rise a allora George disse «bè, se allora non vuoi sposarmi, verresti con me a cena?». Un paio di giorni dopo, quando lei fu richiamata per girare di nuovo nel film, George le chiese nuovamente di uscire e stavolta lei accettò. Il loro primo appuntamento fu nel Garrick Club a Covent Garden, in compagnia del manager dei Beatles, Brian Epstein. Da quel giorno divennero una coppia e si sposarono nel 1966.







Patty Boyd (17 marzo 1944) non era una strafiga, giusto 1,70 bionda occhi azzurri denti da criceto, x cui venne all’inizio scartata da diversi fotografi. Harrison rimase invischiato. Ma la cosa non durò moltissimo grazie all’adesione di George alla religione indiana,all'arte della meditazione. Per George divenne una vera e propria ossessione, ne era completamente infatuato, Pattie molto di meno. Questo amore per la religione indiana rese George molto intrattabile. George (come d'altronde anche gli altri componenti del gruppo) non fece a meno delle droghe dell'abuso di alcool e via con svariate ragazze, tra cui Maureen Cox, moglie del compagno Ringo Starr un perfetto cornuto. Quando Patricia lo venne a sapere si sentì veramente ferita, non tanto da lui ma dall'amica: iniziarono così anche i tradimenti da parte sua, non escludendo il cantante dei Rolling Stones Mick Jagger e il Beatle John Lennon, che da sempre avevano mostrato un certo interesse per quella bella ragazza magra, bionda e sempre sorridente.

La loro relazione era praticamente alla fine, quando all'improvviso entrò nella loro storia Eric Clapton. I Beatles in generale erano grandi amici di Clapton, ma in particolare lo era George. I due si conobbero ad una festa nel '68. Eric iniziò a frequentare spesso la casa di George e Patricia, e lui perse la testa per la moglie dell'amico; cioè impazzi con gravi sensi di rimorso. Alla fine scrisse una canzone d'amore dedicata a lei, la celeberrima Layla. Patricia all'inizio non cedette anche se era stata rapita da questa dedica d'amore. La brutta situazione di George però si ripeté anche dopo la fine dei Beatles e Pattie una volta per tutte stanca e smarrita decise di lasciarlo e andare da Eric nel '74. George se ne fece una ragione, e invece di squartare Eric andò pure al matrimonio dei nuovi colombi.





La vita con Clapton però era diversa da quella che si aspettava. La dipendenza del musicista dall'alcool era per Pattie motivo di delusione. Il fatto di non essere riuscita ad avere un figlio da lui era motivo di ulteriore frustrazione. Eric si divertiva con altre donne ed era spesso ubriaco. Pattie quindi decise nel 1989 di sancire ufficialmente con un divorzio la separazione dal cantante e chitarrista.

Cioè alla fine della fiera Pattie si sposò e sfasciò (ma poi non era tutta colpa sua) il rapporto con due grandi chitarristì. Ai tempi sui muri di England si notavano le scritte ‘Clapton is God’

Quello che rimane è il disco di Derek & Dominos ‘Layla’ . Immortale avanti nel tempo. Ad esso aveva partecipato Duane Allman come slide guitar (una delle best slide di sempre). Nelle sessions se volete ascoltarlo ricordate che Eric suonava una Gibson e Duane una Stratocaster. Duane morirà un anno dopo sulla sua motocicletta. George era morto il 29 novembre 2001 in seguito ad un cancro ai polmoni x metastasi al cervello.

La prima versione di Layla molto sofferta ,diciamo in studio, è all’inizio dell’articolo. Grande fu la partecipazione alle tastiere di Jim Gordon nella 2’ parte.

Qui sotto una delle + recenti suonata nel Live Aid dell’85


Αθήνα , Πραξιτέλης : Αφροδίτη ο Κνίδιος (400 circa B.C.)

Offline Licia

  • 2324
  • Sesso: Femmina
Re: Principesse poeti denti da criceto chitarristi
« Risposta #1 il: Giovedì 20 Marzo 2014 07:46 07 »
Un mondo dietro una canzone! Storia interessante...grazie per averla raccontata.
Si può averne un'altra sherazade?
"se tu mi addomestichi, noi avremo bisogno uno dell'altro. Tu sarai per me unico al mondo, e io sarò per te unica al mondo.
Spoiler