Episodio 6.16 - What they died for

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Re: Episodio 6.16 - What they died for
« Risposta #15 il: Giovedì 20 Maggio 2010 02:16 02 »
p.s
Evvviiivaaaaa!!!  Jack che finalmente ha trovato un senso nella vita.  noo

speriamo sia quello di farsi uccidere da flocke!  :62

Offline LaMarghe

  • Mr. Wolf's daughter
  • 4847
  • Sesso: Femmina
  • Daughter of Sparta, mother of warriors!
Re: Episodio 6.16 - What they died for
« Risposta #16 il: Giovedì 20 Maggio 2010 07:19 07 »
Non ce la faccio quasi più, guardo gli episodi per inerzia, ieri mi stavo addormentando.
Sapete cosa mi ha davvero infastidito?

Il tuo nome è stato cancellato perché sei diventata mamma, ma è solo una riga di gesso, se ti interessa il posto è tu?
Cioè, ce l'avete menata per no so quanto con la predestinazione, l'essere "eletti", speciali e tutto il resto ma alla fine, il primo che passa va bene lo stesso?

Richard che muore come uno stronzo qualunque? (sorry per il francesismo)
Io comprendo tutto, e posso accettare il fatto che gli autori abbiano fin dall'inizio dichiarato che avevano già in mente una fine ben precisa e che nel mezzo avrebbero elaborato il resto, il plotting delle 6 stagioni, tra alti e bassi, è sempre stato ben scritto e articolato, ma in questa ultimissima fase sembra quasi che stiano perdendo di vista l'obiettivo.

Come ha detto Zachary Levy (Chuck) in conferenza a Milano: Non sapremo mai il perché dell'orso polare!

Unica perla Ben, che torna ad essere il bastardo di ghiaccio che amo/odio.

Jack è perfetto per sostituire Jacob, due figure scialbe e apatiche, intercambiabili alla perfezione.

Sarà che l'altro giorno Jack Bauer ha fatto una strage con la maschera tipo Jason di venerdì 13 e ho ancora l'adrenalina in circolo, ma Lost per me sta naufragando nel vero senso della parola.

Re: Episodio 6.16 - What they died for
« Risposta #17 il: Giovedì 20 Maggio 2010 09:05 09 »

- La morte di Richard (come tutte le morti di questa stagione, girata malissimo, senza alcun pathos. Come Sayid, Richard è stato fatto fuori in 2 secondi).



Ma siamo sicuri che Richard sia morto? io non ne sono certo...in lost tranne in situazioni i cui è chiaro che non si possa sopravvivere (tipo Sayd con la bomba e lapidus sott'acqua dopo uan sportellata in testa), la morte non è certa fino a quando non si vede. Cioè Richard è stato lanciato in aria..io non darei per certa la sua morte. Certo che secosì fosse anche io mostrerei disappunto per la modalità,

- La morte di Widmore e Zoe (stesso discorso di Richard. Soprattutto il primo, ucciso con una tale rapidità, senza alcun effetto. Involontariamente comica la scena in cui i due sono nascosti al buio come dei conigli. Ci mancava solo che Flocke facesse CU CU).


La morte di Widmore per me è perfetta e giunta nel momento più adatto: ben si vendica o cerca di fermarlo prima che dica a MIB cosa sia Desmond o magari entrambe le motivazioni. Non so volevate la scena epica anche per Widmore? Per me la freddezza con cui è stato ucciso rispechia perfettamente il personaggio e chi l'ha ucciso.
- Un grazie agli autori per le apparizioni fugaci di Ana-Lucia e Danielle Rousseau (ovviamente è un eufemismo. Potevano anche risparmiarci di chiamare ste povere attrici che si sono fatte mezzo mondo per girare qualche secondo di puntata. Almeno Danielle ha avuto il tempo di dire qualcosa. Ana Lucia proprio zero).



ma i camei sono fatti apposta per essere apparizioni fugaci! non capisco la critica..



Per quanto riguarda invece le modalità di scelta dei candidati e la scelta del sostituto capisco che molti siano stati delusi, però a mio parere è una scelta perfettamente coerente con ciò che ci hanno fatto vedere gli autori dalla prima stagione.
Ci hanno fatto vedere personaggi problematici, rotti e soli. (candidati).
Per la scelta del sostituto, Jacob è stato coerente con il suo modo di comportarsi (il libero arbitrio) e ha dato la possibilità di scelta.
Per me il fatto che Jack si faccia avanti e lo faccia senza chiedere spiegazioni è una situazione perfetta perchè rispecchia l'evoluzione del personaggio di jack che ho sempre odiato nelle prime stagioni...invece nelle ultime due stagioni, soprattuttto in quest'ultima ha fatto un percorso straordinario e anche se è scontato che sia lui il sostituto di Jacob penso che sia uan scelta ottima. Questo per dire che non è stato risolto tutto in due minuti...


Un'ultima considerazione su tutta la serie: i motivi per cui mi son appassionato a Lost son infiniti: i misteri, le storie, i significati dietro i vari avvenimenti, i dialoghi, la capacità di network fra le varie stagioni e potrei continuare all'infinto. Però l'aspetto che più mi ha intrigato è il fatto che sia una storia di personaggi, l'eterna lotta fra scienza e fede e sulla redenzione, sulle seconde possibilità. In questo lost è riuscito benissimo e lo ha fatto anche attraverso misteri non risolti e che non verranno risolti esplicitamente. Con questo cosa voglio dire?
E' giusto che ci si arrabbi perchè tutti i misteri non verranno risolti, è giusto criticare perchè se uno ti fa credere che tutti i misteri abbiano una valenza, tu vuoi risposte concrete (e in questo è vero gli autori hanno messo carne al fuoco), però penso che sia giusto considerare Lost per i vari aspetti che lo connotano. E se lo si fa, si può arrivare a dire che la risoluzione di ogni singolo mistero non è così importante anche perchè la risposta a quei misteri spesso sta nello stesso significato della storia di lost.

Naturalmente questa è la mia opinione potete mandarmi anche a fan****. ahah :1



« Ultima modifica: Giovedì 20 Maggio 2010 09:38 09 da DexterHume »

Re: Episodio 6.16 - What they died for
« Risposta #18 il: Giovedì 20 Maggio 2010 09:31 09 »
Una cosa che mi son scordato di dire e rivedendo la puntata oggi, riguarda la deriva del personaggio di john Locke. Forse è la cosa che più mi ha rattristato, però diciamo che è stato ripagato con delle grandi interpretazioni di Mib da parte di Terry O'quinn..
« Ultima modifica: Giovedì 20 Maggio 2010 09:37 09 da DexterHume »

Offline giusparsifal

  • 155
  • Sesso: Maschio
Re: Episodio 6.16 - What they died for
« Risposta #19 il: Giovedì 20 Maggio 2010 10:05 10 »
Che tanti personaggi non siano stati "sempre gli stessi" a me non può fare che piacere. Sei stagioni di personaggi "fissati" nei loro ruoli, che stanchezza!
So che questo è, generalmente, ciò che accade in tutti gli altri telefilm, ma che noia però.
In Lost sono decisamente più umani, deboli, forti in alcuni momenti, deboli in altri, spiritosi e noiosi e così via...
Personaggi più importanti, personaggi fortunati, insomma potremmo dare uno o più aggettivi a qualsiasi dei nostri ed è ciò che continuamente accade intorno alle nostre vite ed a noi stessi anche.
Basta con i telefilm patinati, con ruoli rigidi.
Un esempio, solo per questo punto di vista, era la saga di Star Trek. Ma quanto era odioso Kirk rispetto al più "evoluto" Picard?
E Jack mi sembra l'ulteriore evoluzione, purtroppo però questo tipo di uomini è ancora visto come "bambascione" dicono dalle mie parti, bacchettone, stupido.
Ancora oggi, nel 2010 cadiamo nella "fascinazione" del bastardo, dell'uomo deciso e che rarissimamente cambia idea (rigido nella mente) e che possibilmente non sbaglia mai.
Ma, considerando che il mio giudizio si ferma sempre dove arriva la puntata (martedì potremmo fare una valutazione almeno un po' più accurata) Jacob si "smitizza" da solo, non ha mai detto di essere un semidio, siamo noi che l'abbiamo fatto diventare tale.
Invece è... un uomo, un uomo che si è dovuto accollare un compito gravoso senza avere scelta e per pagare l'errore che aveva fatto.
Niente dei, questo l'avevo scritto anche nel thread della scorsa puntata, solo uomini e donne.
Io credo che nel 21° secolo dovremmo cominciare, o al meno tentare, di cambiare i parametri e di finircela di guardare agli esseri umani stereotipati in "uomini di scienza e di fede" "bacchettoni e dritti" e così via.
Tra l'altro Sawyer dimostra di essere tale da sempre. Duro e scaltro, sfottente e pungente ma dal cuore d'oro.
Il Ben onnipotente che da 2 anni prende solo botte dovunque si trovi, ora anche nell'altra realtà :)
Tornando alla puntata, ma non vi sembra che Flock da una parte e Desmond dall'altra abbiano un potere strano (più Flocke o Mib che si voglia dire)?
Nessuno riesce a dire no.
A Mib basta dare una motivazione qualsiasi e tutti gli dicono di si.
Ecco i cambiamenti che non capiamo. Notate il volto di Ben come cambia quando è seduto sulla sedia e parla con lui.
E comunque è mia convinzione che Ben nasconda ancora, ancora molto.

Offline LaMarghe

  • Mr. Wolf's daughter
  • 4847
  • Sesso: Femmina
  • Daughter of Sparta, mother of warriors!
Re: Episodio 6.16 - What they died for
« Risposta #20 il: Giovedì 20 Maggio 2010 10:12 10 »

Jacob si "smitizza" da solo, non ha mai detto di essere un semidio, siamo noi che l'abbiamo fatto diventare tale.
Invece è... un uomo, un uomo che si è dovuto accollare un compito gravoso senza avere scelta e per pagare l'errore che aveva fatto.


Perdonami, ma Dio o non Dio, mitizzato e smitizzato, ha un'età superiore a quella di un uomo/essere umano, ha poteri e capacità che un uomo non ha.
E' comunque un personaggio al limite del fantasy (come altri nella serie), attributi che a Jack mancano e che spero non acquisisca solo per aver bevuto un po' d'acqua sporca attivata da un mistico abracadabra.

Offline giusparsifal

  • 155
  • Sesso: Maschio
Re: Episodio 6.16 - What they died for
« Risposta #21 il: Giovedì 20 Maggio 2010 10:35 10 »
Eppure, con tutti i poteri ed esperienza del mondo, fa errori. E come ogni uomo procede a tentativi ed errori.
Certo, è brutto vedere un personaggio a cui avevamo dato tanto credito da chissà quanto tempo ammettere che è così. Ed almeno non gli si può dire che è "pazzo" come la madre adottiva (che per me non era pazza ma solo stanca) e lascia un margine di scelta.
Secondo me, al momento attuale della storia, una delle morali rimane sempre la stessa.
Abbiamo visto "cadere" grandi personaggi che in fin dei conti, in qualche maniera, ci davano sicurezza e potenza (Jacob, Ben, Widmore forse lo stesso Richard) e l'ascesa di altri (a tratti Hugo e Sawyer/La Fleur) soprattutto Locke. Al di là del fatto di sapere che non è il vero Locke, è lui che vediamo, di fatto, prendere il controllo.
Ripeto, dalla puntata mi aspettavo di più (ma è un mio problema), in realtà è in linea almeno con questa stagione...

Offline Arden

  • Folletta MalvagiaH
  • *
  • 12160
  • Sesso: Femmina
  • Segretaria di direzione di Miss Piggy - Scamuffa
Re: Episodio 6.16 - What they died for
« Risposta #22 il: Giovedì 20 Maggio 2010 11:07 11 »
Io ribatto sul grande potere dato agli uomini e alla possibilità di scelta.
Sarò strana io :P
Spoiler
Orgogliosa Capostipite della Shipping Family
_____________

Proud member of the Pink Team, the Blutbad Team, the SbavanTeam
_____________

       

Offline giusparsifal

  • 155
  • Sesso: Maschio
Re: Episodio 6.16 - What they died for
« Risposta #23 il: Giovedì 20 Maggio 2010 11:10 11 »
Io ribatto sul grande potere dato agli uomini e alla possibilità di scelta.
Sarò strana io :P
In sostanza, sono d'accordo con te...

Offline sardauker

  • 1352
  • Sesso: Maschio
  • Nel mio armadio vive una scimmia cattiva!
    • Il mio Blog
Re: Episodio 6.16 - What they died for
« Risposta #24 il: Giovedì 20 Maggio 2010 11:17 11 »
Come ha detto Zachary Levy (Chuck) in conferenza a Milano: Non sapremo mai il perché dell'orso polare!

Veramente è l'unica cosa che si è capita :D
¡Por Santiago y por España!

Offline zeussino

  • 560
  • Sesso: Maschio
  • Combatto i gorilla in una giungla tropicale.
    • Zeus News
Re: Episodio 6.16 - What they died for
« Risposta #25 il: Giovedì 20 Maggio 2010 12:27 12 »
Citazione
- Solite interminabili camminate nella giungla di tutti quanti (non si capisce come non abbiamo imparato a memoria ogni singolo millimetro di quest'isola).

Uff... Ma riguardatevi un po' (se ci riuscite) la prima stagione, ventiquattro puntate in cui non succede praticamente nulla, camminano avanti e indietro che è un piacere senza andare da nessuna parte (guardatevi la puntata in cui fanno il campo da golf per esempio) ed è pieno di flash back inutili che spezzano il ritmo... Taglia qui taglia là, si sarebbe potuto riassumere il tutto in due puntate al massimo.
Se siete sopravvissuti e magari avete apprezzato la prima stagione (come credo), perché sputare fango sulla sesta? Non è mica tanto diversa.
Ho dato una mano a subbare Lost S06, 24 day 8, Flash Forward, Defying Gravity, Warehouse 13, Burn Notice S03, Breaking Bad S02, Harper's Island, The Unusuals, The Grid, Dead Man's Shoes [film], e qualcos'altro qua e la'.

Offline sardauker

  • 1352
  • Sesso: Maschio
  • Nel mio armadio vive una scimmia cattiva!
    • Il mio Blog
Re: Episodio 6.16 - What they died for
« Risposta #26 il: Giovedì 20 Maggio 2010 12:31 12 »
beh, diciamo che è stato un crescendo durato cinque stagioni.
Siamo partiti con un adagio per oboe del quale tu ti sei annoiato subito, e l'anno scorso eravamo a un allegro fortissimo per tutta orchestra.
dopo la pausa, siamo finiti dentro "eight mile"
¡Por Santiago y por España!

Offline seanma

  • Teddy Bear
  • *
  • 21299
  • Sesso: Maschio
  • "The Cable Guy" aka capofila degli Addu-stalker
Re: Episodio 6.16 - What they died for
« Risposta #27 il: Giovedì 20 Maggio 2010 12:49 12 »
Ma secondo me sia Dexterhume che Gius stanno a sprecare tempo tirando l'acqua al mulino LOST... c'è chi non vuol sentire e non sentirà ragioni manco di fronte all'evidsdenza.. mi ero ripromesso dopo un sacco di puntate passate a far notare 'l'assurdità' di certe rimostranze sul tono 'lost sta naufragando',di non dire più niente  perchè tanto chi non vuol sentire non sente...

Però Marghe, 24 ha la data di scadenza, è come una pera di adrenalina.... un mezzo per uno scopo, nonchè una serie tv ottima ma convenzionale di cui se si interrompe la visione anche a lungo, non si sente la mancanza.. LOST è un altra galassia quantistica.. il confronto offende lui e pure Jack Bauer..

esempio: inizio stagione 4 . Jack fa fuori da solo, 20 cattivoni per liberare la bella e il datore di lavoro... straordinaria revisione del millenario clichè, una figata elefantiaca... ma, finita la carneficina.. embè... tutti a casa/a letto/a lavoro.... per quel che mi frega, i terroristi possono pure far saltare in aria tutte le centrali che vogliono...

LOST ti (mi ) perseguita, stimola a usare il cervello gente come me che per volontà o per accidente ha smesso di usarlo da tempo... e a fronte di questo chissenefrega se RECON è scritta male o è non è credibile che Jack diventi il protettore bevendo acqua lercia.. è fantasia.... SDI... (no, Alias non c'entra...)
BARCOLLO MA NON MOLLO
"I created an empire, and I am nobody"
"Il cervello non è una polpetta piazzata al centro della testa. E' qualcosa che va adoperato".
"Dobbiamo ambire a vedere pubblicate le nostre rese."
"Crowds don't think. They react."


Offline seanma

  • Teddy Bear
  • *
  • 21299
  • Sesso: Maschio
  • "The Cable Guy" aka capofila degli Addu-stalker
Re: Episodio 6.16 - What they died for
« Risposta #28 il: Giovedì 20 Maggio 2010 12:57 12 »
Citazione
- Solite interminabili camminate nella giungla di tutti quanti (non si capisce come non abbiamo imparato a memoria ogni singolo millimetro di quest'isola).

Uff... Ma riguardatevi un po' (se ci riuscite) la prima stagione, ventiquattro puntate in cui non succede praticamente nulla, camminano avanti e indietro che è un piacere senza andare da nessuna parte (guardatevi la puntata in cui fanno il campo da golf per esempio) ed è pieno di flash back inutili che spezzano il ritmo... Taglia qui taglia là, si sarebbe potuto riassumere il tutto in due puntate al massimo.
Se siete sopravvissuti e magari avete apprezzato la prima stagione (come credo), perché sputare fango sulla sesta? Non è mica tanto diversa.

io ho una teoria ce l'ho.... ma è a rischio 'cazzata'....

vabbè....

i 'delusi' parlano così perchè sono i primi a non volere che tutto finisca, e siccome sanno che ciò avverrà, è stato per loro impossibile godersi la season sin dal pilot... 'oddio mancano 17 puntate.. e tutte le risposte?
...
'oddio, 8 epijsodi e ancora non so niente sulla morte di Karl.... dissanguamento o trauma'

'ODDIO, manca solo il finale... ma non posso vivere senza saperlo... Charlotte è naturale o tinta?'

la bottom line di questa teoria è che qualunque architettura questo ciclo avesse preso, i delusi sarebbero cmq rimasti tali.. è un meccanismo psicologico infido ma ahimè verificato.....
BARCOLLO MA NON MOLLO
"I created an empire, and I am nobody"
"Il cervello non è una polpetta piazzata al centro della testa. E' qualcosa che va adoperato".
"Dobbiamo ambire a vedere pubblicate le nostre rese."
"Crowds don't think. They react."


Offline sardauker

  • 1352
  • Sesso: Maschio
  • Nel mio armadio vive una scimmia cattiva!
    • Il mio Blog
Re: Episodio 6.16 - What they died for
« Risposta #29 il: Giovedì 20 Maggio 2010 13:07 13 »
sai cosa, può darsi.
però il fatto che abbiano cambiato strada è innegabile.
la svolta mistica, i personaggi inseriti al volo...
è come se mi guardassi una puntata di CSI, con esami, investigazioni, raccolta prove, e a trenta secondi dalla sigla finale il colpevole diventasse un perfetto sconosciuto, insospettabile, che si costituisce.
Magari è pure plausiibile, ma di certo sarebbe deludente.
¡Por Santiago y por España!